:::: MENU ::::

Microcredito per imprese e professionisti: al via le domande

News

Microcredito per imprese e professionisti: al via le domande

Da oggi imprese e i professionisti possono richiedere la garanzia per le operazioni di microcredito utilizzando l’apposita procedura on line disponibile sul sito Internet del Fondo.

Lo comunica la circolare del Gestore del Fondo che, in attuazione il DM 18 marzo 2015, rende operativi i 40 milioni di euro, di cui circa 10 milioni derivanti dai versamenti effettuati dal gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle, destinati alla concessione di una garanzia pubblica sulle operazioni di microcredito con lo scopo di sostenere l’avvio e lo sviluppo della microimprenditorialità di professionisti e imprese.

Microcredito: la procedura di prenotazione

Ricordiamo che il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) con il DM 18 marzo 2015 ha introdotto, per la garanzia del microcredito, criteri di accesso significativamente semplificati e la possibilità per l’impresa di effettuare la prenotazione on line.

I professionisti e le imprese interessate potranno da oggi registrarsi e prenotare on line la garanzia nella sezione dedicata al microcredito. Una volta registrata la prenotazione, gli interessati dovranno recarsi, entro 5 giorni lavorativi, presso un Istituto abilitato a svolgere operazioni di microcredito per presentare il proprio progetto e la relativa richiesta di finanziamento.

La circolare specifica che in caso di esaurimento delle risorse dedicate alla prenotazione, la stessa verrà sospesa dal Gestore che ne darà comunicazione nella pagina del sito Internet dedicata al microcredito. Anche in caso di sospensione della procedura di prenotazione, rimane operativa la presentazione delle richieste di ammissione su operazioni di microcredito da parte di banche e confidi.

Come funziona il finanziamento

I finanziamenti ammissibili comprendono l’acquisto di beni e servizi direttamente connessi all’attività svolta, il pagamento di retribuzioni di nuovi dipendenti o soci lavoratori e il sostenimento dei costi per corsi di formazione. Possono avere una durata massima di 7 anni e un limite massimo di 25.000 euro per ciascun beneficiario.

La circolare mette in evidenza che le modalità di accesso per le operazioni di microcredito alla garanzia pubblica sono particolarmente vantaggiose; il Fondo infatti interviene senza la valutazione economico-finanziaria dell’impresa o del professionista.

Inoltre la garanzia, sempre gratuita, copre fino all’80% dell’ammontare del finanziamento concesso (Garanzia Diretta) o all’80% dell’importo garantito da Confidi o da Altro Fondo di garanzia (Controgaranzia), a condizione che le garanzie da questi rilasciate non superino l’80% del finanziamento.
Microcredito: i soggetti beneficiari

Ricordiamo che possono ottenere la garanzia le imprese costituite da non più di 5 anni e i professionisti titolari di partita IVA da massimo 5 anni. Professionisti e imprese non possono avere più di 5 dipendenti, o 10 nel caso di Società di persone, SRL semplificate, cooperative.

I professionisti devono essere iscritti agli ordini professionali o aderire alle associazioni professionali iscritte nell’elenco tenuto dal Ministero dello sviluppo economico ai sensi della legge 4/2013.

Inoltre il MISE ha previsto delle limitazioni che riguardano l’attivo patrimoniale (massimo 300.000 euro), i ricavi lordi (fino a 200.000 euro) e livello di indebitamento (non superiore a 100.000 euro).

 

fonte edilportale

Leave a comment

Shares