:::: MENÚ ::::

riesgo sísmico en las escuelas, un patrón único para evitar que se

Noticias

riesgo sísmico en las escuelas, un patrón único para evitar que se

La identificación de un patrón único de detección para la prevención del riesgo sísmico y poniendo la seguridad de los edificios escolares. Es el objetivo de dpcm 2 Abril 2015 acaba de ser publicado en el Boletín Oficial.

la construcción de escuelas y sísmica

Como se explica en la introducción, el objetivo de poner en seguridad sísmica de los edificios escolares es parte de interés prioritario en la acción directa al público la reducción del riesgo sísmico. Por esta razón, el estado con el tiempo ha puesto a disposición varias líneas de financiación.

Dada la pluralidad de enfoques, es la homogeneización de las iniciativas era necesario. El Decreto del Making (DL 69/2013) entonces se asigna 3,5 millones de euros para cada uno de los años 2014, 2015 y 2016 (cifra que ha sufrido cortes sucesivos con el aparejo de las finanzas públicas) aplazar hasta un decreto posterior la identificación de una único modelo la detección y el fortalecimiento de la red de vigilancia y la prevención del riesgo sísmico.

Modello unico di rilevamento e messa in sicurezza

Il dpcm parte dal presupposto che una più ampia e approfondita base di conoscenza delle caratteristiche degli edifici scolastici e degli interventi realizzati renderà possibile definire strategie più mirate di riduzione del rischio. Sarà quindi individuato un numero consistente di edifici scolastici sui quali testare modelli e parametri e valutare l’efficacia degli interventi.

Le attività dovranno quindi
Completare e arricchire le informazioni sugli edifici scolastici e sugli interventi di messa in sicurezza effettuati;
definire parametri di valutazione del rischio che consentano di confrontare costi e benefici per la predisposizione di piani di riduzione del rischio e continuo aggiornamento dei parametri di rischio;
definire un sistema di monitoraggio in grado di valutare lo stato di danneggiamento in tempo quasi reale e consentire la trasmissione dei dati con i sistemi dell’Osservatorio Sismico delle Strutture del Dipartimento della protezione civile;
individuare, di concerto con le amministrazioni e gli enti interessati, delle scuole sulle quali testare parametri, modelli e sistemi di rilevamento e monitoraggio;
acquisire i dati relativi a pericolosità ed amplificazione locale dei siti in cui sono costruite le scuole per determinare i parametri di scuotimento alla base delle successive valutazioni di rischio;
acquisire i dati relativi agli elementi strutturali e non strutturali e le informazioni sull’utilizzo degli edifici in modo da poter effettuare valutazioni sulla loro vulnerabilità ed esposizione al rischio;
realizzare analisi di rischio multilivello per ciascuna delle scuole individuate, stime di classificazione semplificata del rischio e valutazioni approssimate di analisi costi benefici in caso di interventi diriduzione della vulnerabilità;
organizzare presso alcune delle scuole individuate, almeno una per Regione, un corso di formazioneper la valutazione della vulnerabilità, con giornate informative per studenti e docenti;
valutare lo scambio di dati e informazioni con lAnagrafe dell’edilizia scolastica;
produrre rapporti e raccomandazioni.

Le attività per l’individuazione del modello unico di rilevamento e potenziamento saranno svolte dal Centro di Geomorfologia per l’area del Mediterraneo.

Deja un comentario

Acciones